Paesaggio vitivinicolo

Il paesaggio vitivinicolo come patrimonio europeo, a cura di Filippo Moreschi.


Una prospettiva multidisciplinare per lo studio e la tutela del paesaggio vitivinicolo.

 

Il richiamo alle definizioni di “paesaggio”, “denominazione d’origine” ed “enoturismo” consente di cogliere il filo conduttore degli interventi di questo volume.

Paesaggio vitivinicolo

Infatti, l’art. 1 della Legge n. 238/2016, che qualifica il vino, la vite ed i territori viticoli “patrimonio culturale nazionale da tutelare e valorizzare negli aspetti di sostenibilità sociale, economica, produttiva, ambientale e culturale”, apre anche nel nostro ordinamento interno una prospettiva di studio inedita, sottolineando le implicazioni ambientali, paesaggistiche, storiche, culturali e di marketing del settore vitivinicolo.

I giuristi e tutti gli studiosi che hanno contribuito alla stesura del testo, su iniziativa dell’Unione Giuristi della Vite e del Vino, hanno perciò voluto approfondire questo percorso innovativo in un’ottica multidisciplinare, che va dal costante richiamo alla disciplina internazionale ed europea alla sua applicazione sul piano locale, da “case studies” su singole aziende, esemplificative di un nuovo approccio manageriale al mondo del vino quale fonte di sollecitazioni culturali e paesaggistiche, al confronto con l’esperienza giuridica, economica e di marketing di altri paesi.


Indice  Acquistare libro   Stralcio


The reference to the definitions of “landscape”, “designation of origin” and “enotourism” allows us to understand the common thread of the contributions of this book.

In fact, the art. 1 of the Italian Law n. 238/2016, which qualifies wine, grapevines and vineyard territories as “national cultural heritage to be protected and enhanced in the aspects of social, economic, productive, environmental and cultural sustainability”, also opens a new study perspective, highlighting the environmental, landscaping, historical, cultural and marketing implications of the wine sector.

The jurists and all the experts who contributed to write this book, due to the initiative of UGIVI (Unione Giuristi della Vite e del Vino), have therefore developed this innovative path in a multidisciplinary perspective, which goes from the constant reference to the international and European regulations to their application on the local level, from “case studies” of single, selected companies, illustrative of a new managerial approach to the world of wine as a source of cultural and landscape solicitations, in comparison with the legal, economic and marketing experience of other countries.